Archivi tag: semi di girasole

Croccante di semi e uvetta

Voglia di un croccante un po’ dolce e un po’ amaro?

Prendete un po’ di semi e un po’ frutta secca, tostate il tutto e amalgamate con un po’ di malto … tutto qua? Eh sì … più veloce di così non si può!

0-croccante-1

L’amarognolo dei semi di lino è bilanciato dalla dolcezza dei chicchi di uvetta e del malto.

Divertitevi a creare il vostro croccante con i semi e la frutta secca che più preferite. Aggiungendo più o meno malto risulterà più o meno morbido.

Più che un dolce, è uno snack per la vostra colazione o per un veloce spuntino!

0-croccante-2

Continua a leggere

Annunci

Semi di girasole sfumati con salsa di soia

Oggi una velocissima ricetta a base di semi di girasole per un condimento gustoso e sfizioso che potrete utilizzare per insaporire verdure, cereali, legumi!
0-semi-di-girasole-in-barattolo-2-piccola
Ma prima di metterci il grembiule e tostare i semi, vorrei raccontarvi la leggenda che narra della nascita dei fiori di girasoli.

Una leggenda che venne alla luce grazie ai versi che scrisse Ovidio nel suo grande poema mitologico “Le Metamorfosi” che, dal lontano 8 d.C., custodisce la storia del tragico amore di una giovane ninfa e della sua trasformazione in un fiore.

E’ proprio difficile credere che i lunghi e gioiosi petali gialli di un girasole possano nascondere un dolore tanto intenso quanto quello di un amore non corrisposto: il dolore di Clizia per Apollo.

Clizia, la ninfa dai lunghi capelli biondi, doveva infatti amare davvero tanto il suo Dio Apollo quando scoprì le attenzioni che lui rivolgeva alla bella mortale Leucotoe, perchè non ebbe alcun dubbio a svelare l’intimo segreto al padre della giovane amante.

Probabilmente non immaginava la ferocia con cui il padre avrebbe reagito nello scoprire l’amore clandestino della figlia o forse, soffocata dalla gelosia, non ci volle pensare …

E chissà se mai si pentì di aver svelato il segreto a quel folle padre che non si chinò a nessuna ragione mentre seppelliva viva la figlia.

Apollo però non superò mai la perdita di Leucotoe e mai perdonò Clizia, abbandonandola per sempre.

Da quel momento la giovane ninfa si lasciò deperire, accasciata a terra, bevendo solo le sue lacrime e le fredde gocce della brina mattutina. Nulla muoveva se non lo sguardo per seguire il carro infuocato di Apollo che, dall’alba al tramonto, attraversava il cielo scandendo il trascorrere dei giorni.

Solo nove furono però quei giorni prima che le membra della giovane sprofondassero completamente nella terra e i lunghi capelli si trasformassero nei petali di un fiore.

Che poi quel fiore fosse proprio un girasole, a dire il vero, Ovidio non lo chiarisce, anzi sembra che il colore della triste corolla fosse viola lasciando nel dubbio il nome preciso del fiore.

0-semi-di-girasole-in-barattolo-3Secoli dopo i pittori barocchi non ebbero però nessun dubbio e intorno al corpo della giovane Clizia dipinsero splendidi girasoli gialli.
Probabilmente nè Ovidio nè i pittori barocchi immaginavano che i semi di questi splendidi fiori sarebbe diventati famosi, secoli più tardi, per le loro ottime fonti di acidi grassi essenziali, vitamine del gruppo B e E, sali minerali e antiossidanti

… Ma questa è un’altra storia, quella che inizia con la nostra ricetta in cucina!

Nella sezione “Proprietà” troverete informazioni e curiosità su proprietà e controindicazioni mentre in fondo trovate la sezione “Altre idee sul Web” con link ad altre ricette.

Continua a leggere

Burger di ceci, carote, semi di girasole e erbe aromatiche

Alla ricerca di un burger di legumi senza l’uso di farine, ho trovato questa bella ricetta di RollingBeans (il link lo trovate QUI). Ovviamente le ricette vanno sempre personalizzate un po’, quindi togli qualcosa di qui eaggiungi qualcosa di là … ed ecco la mia versione.

Questa ricetta è veloce e molto gustosa. Accompagnate i burger con qualche salsina di vostro gusto, io ho usato una zuppetta di cipolle stufate (che adoro :)!

18-burger_ceci_new

 

In fondo trovate la sezione “Altre idee sul Web” con altri link a ricette e argomenti simili.

Continua a leggere

Tofolio, alternativa al burro per intolleranti al latte

Dopo qualche mese di assenza, rieccomi tra padelle e fornelli. Ho indossato il grembiule da massaia, mi sono armata di cucchiaio di legno e frullatore ed ho affrontato con decisione una ricetta di Pasquale Boscarello!

Nascosta da tempo tra le pagine di “Sformati e torte salate”, ecco la ricetta del tofolio. Si tratta di una fantastica alternativa al burro per chi è intollerante al latte o è vegano: la ricetta è facilissima, il tempo necessario è poco e gli ingredienti sono solo tre!

Qui ho pubblicato solo la ricetta del tofolio,  ma appena posso, carico le ricetta di qualche torta dolce e/o salata.

tofolio_new

Continua a leggere

Orzo con semi di girasole e tamari per Salutiamoci

Avete mai provato i semi di girasole tostati con tamari? Una volta assaggiati vi assicuro che non potrete più farne a meno! Potete utilizzarli sulle insalate, come spuntino o per condire cereali, come nella ricetta che vi propongo oggi: l’orzo, il cereale della primavera per eccellenza! Ho pensato a questa ricetta per l’iniziativa di “Salutiamoci, mangiar bene per stare bene” che questo mese raccoglie le ricette a base di orzo. Cliccate sul logo per tutti i dettagli e per visionare tante altre belle sane ricette …

6-orzo-con-semi-di-girasole-e-tamari_new Continua a leggere