Archivi del mese: giugno 2016

Tofu con pomodorini secchi e fagiolini

Anche se è bene preferire legumi e cereali della nostra tradizione, è interessante ogni tanto gettar lo sguardo oltre la staccionata e curiosare cosa c’è al di là. Con il tofu faccio un po’ così. Nonostante adori lenticchie, fagioli e ceci che da sempre sono stati coltivati e cresciuti nella mia terra, di tanto in tanto faccio qualche eccezione e mi lascio tentare da ciò che offrono i paesi lontani. E così mi ritrovo in cucina a tu per tu con il nostro caro amico tofu … eh già lo so che tutti i nasi si sono arricciati!! Ma non scappate ancora …

_1-Tofu con pomodorini secchi e fagiolini NEW

 

Grazie al fatto che il tofu è insapore, riusciamo a donargli il gusto degli ingredienti con cui viene cucinato. In questa ricetta lo lasciamo riposare in compagnia di pomodorini secchi, uno spicchio di aglio spremuto, il succo di mezzo limone e qualche cucchiaio di tamari (salsa di soia senza glutine) e nel frattempo cuociamo dei fagiolini. Gli ultimi 5 minuti uniamo il tutto e rosoliamo fino ad ottenere una leggera doratura … Mmmh ma che buono è?

Provare per credere!!

1-Tofu con pomodorini secchi e fagiolini_2_NEW.jpg

 

Nella sezione “Proprietà” troverete informazioni e curiosità su proprietà e controindicazioni mentre in fondo trovate la sezione “Altre idee sul Web” con link ad altre ricette.

Continua a leggere

Annunci

Riso germogliato con salvia e limone

Nella cultura Occidentale siamo abituati a trattare con macro e micro nutrienti, apporti calorici e proprietà nutrizionali. Ogni ingrediente e ogni alimento è etichettato con la quantità di carboidrati, proteine e grassi. Lunghe tabelle ci indicano a quanto ammonta il contenuto di calcio, ferro, magnesio, vitamina A, B, C … Ma non solo! Sappiamo anche come i micro nutrimenti agiscono sul nostro corpo e sulle funzionalità cellulari. Nessun segreto su cosa fa innalzare e cosa fa abbassare la glicemia. Scrupolosi dettagli su come aumenta il colesterolo e i livelli dei trigliceridi 

Sebbene tutto questo sapere risulti molto affascinante, qualcosa sembra proprio mancare …

Vi siete mai chiesti perché un chicco germoglia? O meglio, un chicco germoglia se è integrale e intero! Eh già perché il chicco deve essere integrale e intero, altrimenti non germoglia. Eppure la quantità di macro e micro nutrienti di un chicco intero, ad esempio di riso, è pari alla quantità di macro e micro nutrienti presenti nello stesso chicco spezzettato in quattro frammenti, ma il primo germoglia e il secondo no. Dal primo nasce la vita, dal secondo no.

Che cos’è che rende il chicco integrale così potente? A me piace pensare che sia l’Energia in esso contenuta, come insegna la Macrobiotica dal lontano Oriente o che sia la Forza della Natura, come pensavano i nostri antenati.

Forse un giorno qualche studioso riuscirà a dare una risposta … in attesa mi cucino un bel piatto di riso germogliato!

0-Riso germogliato con salvia e limone_NEW3

Riso germogliato? Eh sì! Dal riso integrale si può ottenere un riso davvero speciale: il riso germogliato! Da buona occidentale, con la mente occupata da dati e tabelle, ho anche scoperto che germogliando il riso neutralizza l’acido fitico, un anti-nutriente che limita l’assimilazione di sali minerali quali ferro e calcio. Nulla di strano, direbbe un Orientale, meglio mangiare i germogli che contengono tutta l’energia della pianta che ne sarebbe nata!

0-Riso germogliato con salvia e limone_NEW2

Ho cotto il riso come indicato sulla confezione, in pratica ad assorbimento come faccio solitamente con il riso integrale. Ma la ricerca continua e proverò sicuramente qualche altro procedimento …

Germogli a parte, il sughetto di foglie di salvia, olio extra vergine, tamari e limone è eccezionale! Occidente e Oriente si incontrano e germogliano insieme … Alla prossima!

In fondo trovate la sezione “Altre idee sul Web” con link ad altre ricette.

Continua a leggere

Fiori di zucchina ripieni di miglio e verdure verdi

Ricordo che da bambina mi chiedevo come mai si chiamassero fiori di zucca e non fiori di zucchina. In tutti questi anni non ho mai colmato la curiosità che è rimasta chiusa in un cassetto dal quale è riaffiorata quando mi sono ritrovata a scrivere questo Post … E ho così scoperto che in realtà esistono sia i fiori di zucca che i fiori di zucchina e guarda caso i primi nascono dalle zucche e i secondi dalle zucchine. I primi sono più piccolini mentre i secondi molto grandi con punte lunghe. Ma non sono ancora riuscita a capire come mai chiamiamo fiori di zucca quelli di zucchina …

Comunque sia questi meravigliosi fiori piacciono un po’ a tutti. Così ho approfittato della loro stagione per riempirli di piselli freschi, zucchine e miglio. In questo modo avrete un semplice e gustoso modo per mangiare il miglio che, nonostante faccia davvero bene alla salute delle nostre ossa, si fa ancora fatica a farlo digerire ai nostri amici di tavola …

Provate anche con altre verdure, vedrete che vi piaceranno!

0-Fiori di zucca ripieni di piselli e zucchine 1_NEW

Con questo Post partecipo a Integralmente primavera 2016 di GocceD’aria (ringrazio Patrizia di Sottoalciliegio per avermi segnalato il Contest!). Partecipate numerosi perché il miglio non è solo cibo per canarini, ma è anche gustoso e fa tanto bene alla salute …

Contest_Gocce_Daria

In fondo trovate la sezione “Altre idee sul Web” con link ad altre ricette.

Continua a leggere