Archivi del mese: luglio 2016

Dahl (Crema di lenticchie rosse speziate)

Tra le ricette più semplici che io conosca c’è proprio il dahl di cui, una volta scoperto, non potrete più farne a meno!

La ricetta prevede la cottura delle lenticchie rosse con delle spezie. Se non ne avete in casa, potrete utilizzare con ottimi risultati anche una semplice miscela di curry. Ma garantisco che sono molto buone insaporite solo con un po’ di sale!

Se invece nella vostra credenza le spezie davvero non mancano, vi consiglio di provare questa crema con la tarka, un procedimento che vede le spezie saltate con un po’ di olio. In questa ricetta l’olio viene leggermente riscaldato in modo che aiuti le spezie a sprigionare tutto il loro aroma …

0-Dahl di lenticchie rosse_2

0-Dahl di lenticchie rosse

Questa crema è davvero versatile e la trovate in tante ricette del Blog:

  • per accompagnare verdure (QUI con il radicchio)
  • per composizioni di riso (QUI con il riso venere e castagne)
  • come base per le tagliatelle (QUI con le tagliatelle di grano saraceno).

Da tenere presente quando avete ospiti e all’ultimo momento volete preparare qualcosa di veloce che lasci un bel ricordo …

Nella sezione “Proprietà” troverete informazioni e curiosità su proprietà e controindicazioni mentre in fondo trovate la sezione “Altre idee sul Web” con link ad altre ricette.

Continua a leggere

Polpette di ceci, spinacini e semi di chia

Finalmente sono riuscita a fare delle sfiziose polpette senza utilizzare nè farine nè pane grattugiato.

Era da un po’ che provavo tra esperimenti clamorosamente falliti e tentativi al limite dell’accettabile e finalmente oggi ho avuto successo, utilizzando questo ingrediente eccezionale: i semi di chia.

0-Polpette di ceci e spinaci

In cucina i semi di chia hanno una straordinaria proprietà: lasci0-Polpette di ceci e spinaci_2ati in ammollo per almeno 10 minuti, i semi assorbono l’acqua e rilasciano un gel. Questo permette di utilizzarli come legante.

Grazie al gel rilasciato dai semi di chia, le polpette non si sfaldano e rimangono morbide, nonostante siano composti solo da ceci frullati e spinacini … ed ecco finalmente il risultato che tanto ho cercato!

Anche se sono buone semplicemente con solo ceci, spinaci e semi di chia, potrete arricchire le polpette con spezie o erbe aromatiche per aver un aroma in più.

0-Polpettina ceci e spinaci a meta

Ma da dove arrivano questi semini più piccoli di una capocchia di spillo?

Per scoprirlo dobbiamo andare nell’America Centrale del XIV secolo, all’epoca dominata dal popolo degli AztechiPare infatti che fossero proprio i semi di chia a dare forza e vigore ai guerrieri Aztechi, che in 200 anni di conquiste estesero il territorio del loro impero dall’Atlantico al Pacifico.

E forse furono ancora i semi di chia ad infondere loro il coraggio per battersi contro le moderne truppe di Cortes, in quelle sanguinose ed impari battaglie nel 1521 che misero fine al grande impero azteco del Re Montezuma e segnarono l’inizio di quello spagnolo.

I semi di chia vennero però ignorati dai conquistatori spagnoli e non presero mai posto nelle enormi stive dei galeoni che ogni giorno partivano dal Nuovo Mondo, pieni di merci destinate ai mercati della Vecchia Europa.

I contadini del nuovo Messico continuarono però a coltivarli e a beneficiare delle loro grandi proprietà e grazie ad un recente programma di recupero del Governo Argentino, vennero rimessi sul mercato.

Ed oggi possiamo beneficiarne anche noi sulle nostre tavole.

 

Nella sezione “Proprietà” troverete informazioni e curiosità su proprietà e controindicazioni mentre in fondo trovate la sezione “Altre idee sul Web” con link ad altre ricette.

Continua a leggere