Archivi del mese: febbraio 2016

Biscotti di grano saraceno ripieni di prugne secche

Un dolce vegano senza glutine, senza lievito, senza zucchero, senza prodotti raffinati e con solo 4 ingredienti? Perchè no? Farina di grano saraceno, nocciole e un po’ di olio per l’impasto e delle prugne secche per il ripieno … niente altro serve per questi biscottini gustosi e sfiziosi.

biscotti-ripieni-di-prugne-secche-01

 

Con le prugne secche si può fare al volo una marmellata da utilizzare come ripieno. Naturalmente date il via alla fantasia e giocate con gli ingredienti che avete a disposizione!

Alla fine è avanzata un po’ di pasta con cui ho fatto dei semplicissimi biscotti a forma di fiore!

In fondo trovate la sezione “Altre idee sul Web” con link ad altre ricette.

Continua a leggere

Zuppa cruda invernale di verza, sedano rapa e finocchio

Se pensate che le zuppe crude si adattino solo alle calde giornate estive, con questa ricetta potreste ricredervi.

Frullate del cavolo verza, sedano rapa, finocchio e un pompelmo insieme a zenzero, curcuma grattugiata e ad uno spicchio di aglio spremuto. Un po’ di acqua, sale e un filo di olio a completare il tutto.

20160220_202206

Cavoli, rape e finocchi sono verdure meravigliose gentilmente offerte dalla Natura in questi freddi mesi per farci affrontare con forza e vitalità il lungo inverno.

Antiossidanti, antiinfiammatori, depurano fegato e reni, abbattono colesterolo e controllano i livelli di glicemia. E che dire del carico di vitamine e sali minerali di cui sono ricchi!

Vi ho convinti?

CucinaVerdeDolceSalataContest_1

 

Con questa ricetta partecipo al Contest di Cucina Verde Dolce Salata che ci richiama per presentare una “Zuppa che scalda il cuore”…

 

 

In fondo trovate la sezione “Altre idee sul Web” con link ad altre ricette.

Continua a leggere

Crema di miglio e porro con bietole e fagioli neri

Ogni tanto capita, è un dato di fatto. Qualche misteriosa forza della natura ti cattura e ti porta là, in quell’unico posto dove dovresti essere in quel momento. In questo caso tutto nasce da una mail, da un progetto, da un invito a cena. E’ così che conosco Gioia, Alex e Valentina e la loro idea di Appetit, un’App che riunisce una Community per chi vuole mangiare Veg*, senza spendere un patrimonio e per chi vuole cucinare Veg*, riuscendo anche a guadagnare un po’.

Nella bella casa di Alex e Valentina ci ritroviamo ad una tavola ricca di profumi e squisiti piatti vegani cucinati perfettamente da Gioia,  blogger di  Bacche di Gioia e cuoca per Appetit.

Insieme a noi, invitati alla stessa cena,  Lisa di Lisa Bi Veg Cook, Stella di Quartiere Solari – Social Network e Beatrice, giornalista di Veggo Anch’io del Corriere.it. Volti sconosciuti, mai visti prima. Senza nemmeno dare spazio al quel momento di imbarazzo iniziale, è stato come se ci conoscessimo da sempre:  abbiamo iniziato a condividere esperienze, opinioni, idee. Un turbine di parole illuminate da sorrisi e risate. Non è servito a nulla il buon proposito di non trattenersi tanto per non disturbare, le ore trascorrevano senza disagio …

Curiosate la Pagina FB, potrete partecipare anche voi come cuochi o se avete semplicemente voglia di mangiare vegano e buono, troverete un bel modo per spendere poco!

Ma oggi nessuna ricetta? No, no … eccola qua: crema di miglio con bietole e fagioli neri … E ora corriamo in cucina !!!

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

In fondo trovate la sezione “Altre idee sul Web” con link ad altre ricette.

Continua a leggere

Insalata di sottili fettine di rapa bianca con radicchio

Di recente ho partecipato ad una conferenza molto interessante sulla Medicina Molecolare. Di che si tratta? Un nuovo approccio scientifico ideato dal Dott. Rath che sostiene che lo stato di salute degli organi dipenda dallo stato di salute delle cellule di cui sono composti. E qual è la novità? Se la Medicina Convenzionale si occupa di curare l’organo malato nel suo insieme, quella Molecolare parte invece dalla convinzione che se le reazioni biochimiche delle sue cellule avvengono correttamente, l’organo stesso è un organo sano.

Cosa c’entra l’alimentazione? Affinché tutte le reazioni biochimiche delle cellule avvengano correttamente e quindi le cellule siano in salute è necessario un corretto apporto di micro nutrimenti, quali vitamine, sali minerali, aminoacidi e oligoelementi (vedi link nella sezione “Proprietà” per eventuali approfondimenti) che  devono lavorare in modo sinergico :  quindi molto meglio mangiare un’arancia, ricca di un squadrone di vitamine, sali minerali, aminoacidi e oligoelementi che assumere un integratore di Vitamina C … ma questo, chi segue un’alimentazione naturale, lo aveva capito già da tempo!

Un accento particolare viene però posto sulle vitamine, sottolineando il fatto che al giorno d’oggi rischiamo sempre di più di soffrirne la carenza. Perchè? Il problema principale sembrerebbe la cottura. Anche qui, ahimè, nulla di nuovo. Infatti quasi tutto quello che mangiamo è cotto. O meglio, è stracotto, bollito, stufato, fritto, grigliato, abbrustolito .. quando non è completamente bruciacchiato!

E ora che faccio? Non penso di intraprendere la strada del crudismo, almeno per ora. Credo però che una riflessione sia opportuna, accompagnata da un buon proposito: introdurre una maggior quantità di cibi crudi.

Qualche tempo fa avevo scritto un Post sui broccoli e cavoli che, guarda caso, da poco avevo iniziato a mangiare crudi. In effetti tantissime verdure che mangiamo normalmente cotte, possono essere gustate crude e farci godere di tutte le proprietà nutritive di cui sono ricche!

Oggi ho proprio chiacchierato tanto … è ora di passare alla ricetta: una semplicissima insalata di rapa bianca … il tutto ovviamente crudo!

0-Carpaccio_Rape_3_new

Tagliare la rapa a fettine molto sottili. Riporla a marinare con un po’ di limone, olio e sale. Qualsiasi altro tipo di marinatura va bene. Accompagnarla con le foglie tagliate sottili e del radicchio.

Vi assicuro che la mangerete con gusto!

0-Carpaccio_Rape_1_new2

In fondo alla ricetta trovate Proprietà e altre idee sul Web.

Continua a leggere

Rape bianche con salsa di sesamo

Cosa c’entrino le zucche vuote con le rape non riesco proprio a capirlo. Eppure le persone poco sveglie, o tali per coloro che esprimono questo giudizio, devono per forza essere delle Teste di Rapa! Così vuole la tradizione.

rape_bianche

Tra i fornelli, diciamo la verità, la rapa merita altra considerazione : saporita, piccante, ricca di calcio e sali minerali. Una verdura di tutto rispetto. Ma per assaporarla al meglio richiede attenzione, fantasia e astuzia.

E quindi come procediamo?

0-Rape_crema_sesamo_3_new

Tagliamo a dischetti la rapa e la cuociamo a fuoco basso, il tempo di preparare una cremina di salsa di sesamo (tahin) e un po’ di senape. E infine saltare le foglie verdi (della rapa non si butta via niente!).

Ricetta veloce e dal sapore molto particolare e gustoso!

0-Rape_crema_sesamo_2_new

In fondo trovate la sezione “Altre idee sul Web” con link ad altre ricette.

Continua a leggere