Archivi categoria: Contorni

Portulaca saltata con aglio e limone

Un giorno scopri, leggendo qualche post su Internet, che l’erbaccia che eri abituato ad sradicare e che avevi sempre pensato fosse infestante, in realtà non lo è. Si tratta bensì di un’erba spontanea con tantissime proprietà e ti rammarichi per non averne goduto fino a quel momento …

Sto parlando della portulaca, una pianta perenne, di cui ultimamente si sente tanto parlare perché molto ricca di omega 3, vitamine e sali minerali.

2-portulaca-2_new
Con il suo sapore un po’ acidulo, si presta bene per la composizione di ricche insalate oppure si può scottare leggermente a fiamma bassa, come in questa ricetta.

Potrete accompagnare questa preparazione con una cremina di crema di sesamo (chiamata anche tahin) con salsa di soia, uno spicchio di aglio spremuto, mezzo limone (QUI la ricetta). In tal caso non aggiungete limone alla portulaca per evitare che l’acidulo predomini su tutti gli altri sapori.

1-piatto-di-portulaca_new

Nella sezione “Proprietà” troverete informazioni e curiosità su proprietà e controindicazioni mentre in fondo trovate la sezione “Altre idee sul Web” con link ad altre ricette.

Continua a leggere

Dahl (Crema di lenticchie rosse speziate)

Tra le ricette più semplici che io conosca c’è proprio il dahl di cui, una volta scoperto, non potrete più farne a meno!

La ricetta prevede la cottura delle lenticchie rosse con delle spezie. Se non ne avete in casa, potrete utilizzare con ottimi risultati anche una semplice miscela di curry. Ma garantisco che sono molto buone insaporite solo con un po’ di sale!

Se invece nella vostra credenza le spezie davvero non mancano, vi consiglio di provare questa crema con la tarka, un procedimento che vede le spezie saltate con un po’ di olio. In questa ricetta l’olio viene leggermente riscaldato in modo che aiuti le spezie a sprigionare tutto il loro aroma …

0-Dahl di lenticchie rosse_2

0-Dahl di lenticchie rosse

Questa crema è davvero versatile e la trovate in tante ricette del Blog:

  • per accompagnare verdure (QUI con il radicchio)
  • per composizioni di riso (QUI con il riso venere e castagne)
  • come base per le tagliatelle (QUI con le tagliatelle di grano saraceno).

Da tenere presente quando avete ospiti e all’ultimo momento volete preparare qualcosa di veloce che lasci un bel ricordo …

Nella sezione “Proprietà” troverete informazioni e curiosità su proprietà e controindicazioni mentre in fondo trovate la sezione “Altre idee sul Web” con link ad altre ricette.

Continua a leggere

Foglie di papavero con salsina di tahin

Tantissime sono le erbe spontanee offerte dalla primavera … quelle erbe che un tempo, quando si mangiava secondo Natura, erano ciò che si serviva a tavola nel periodo in cui non c’erano più nè verze nè cavoli e le semine primaverili non avevano ancora dato i loro frutti.

Foglie di papavero con salsa tahin

Nei prati si raccoglievano tarassaco, asparagi selvatici, cicorie, ortiche, borraggine e tante altre erbe. Si preparavano pietanze gustose e particolarmente salutari per il nostro fegato. Non a caso la primavera è la stagione della depurazione e, dopo gli eccessi dell’inverno appena trascorso, il nostro corpo ha proprio bisogno di rimanere leggero per poter eliminare tutto ciò che ha accumulato.

Qualche domenica fa al mercato trovo delle bellissime cassette di erbe di campo, cicoria selvatica e foglie di papavero. Non ho potuto resistere …

Foglie di papavero

Certo certo … comprarle al mercato non è come andar per campi e raccoglierle con le proprie mani, ma in compenso mi sono fatta una bella chiacchierata con la ragazza della bancarella …
Non avevo mai mangiato le foglie di papavero. Le ho cucinate stufate con un po’ di aglio e un pezzettino di peperoncino. Nulla di originale ma in compenso davvero buone!
Approfitto delle erbe di campo per presentarvi una cremina che trovo davvero strepitosa. E’ una ricetta scoperta ad un corso di cucina macrobiotica a cui ho apportato una piccola variazione (la versione originale la trovate QUI). Una salsina che si presta benissimo ad accompagnare tutte le verdure stufate o lessate.
Si tratta di un mix di crema di sesamo (chiamata anche tahin) con salsa di soia, uno spicchio di aglio spremuto, mezzo limone … e un filo di acqua.

Una cremina che unisce il gusto amaro del sesamo, il salato della soia, il piccante dell’aglio e l’acido del limone. Ora che ci penso, avrei potuto aggiungere un cucchiaino di malto per completare con il dolce questa splendida giostra di sapori … sarà per la prossima volta o lascio a voi tentare!
Le proporzioni possono variare in base al vostro gusto: con più o meno limone moderate o accentuate il gusto acido, aggiungendo uno spicchio di aglio in più marcate il pizzicare del piccante e con la crema di sesamo potete aggiustare il retrogusto dell’amaro. Ma non limitate la fantasia: arricchite la cremina con erbe aromatiche, ad esempio dell’erba cipollina, oppure con spezie o ancora con semi di sesamo tostati … Non ve ne pentirete!

Anche fare la salsa di sesamo è particolarmente facile. Basta tostare i semi di sesamo, lasciarli raffreddare e frullarli con un po’ di olio di sesamo (QUI trovate la ricetta).

In fondo trovate la sezione “Altre idee sul Web” con link ad altre ricette.

Continua a leggere

Rape bianche con salsa di sesamo

Cosa c’entrino le zucche vuote con le rape non riesco proprio a capirlo. Eppure le persone poco sveglie, o tali per coloro che esprimono questo giudizio, devono per forza essere delle Teste di Rapa! Così vuole la tradizione.

rape_bianche

Tra i fornelli, diciamo la verità, la rapa merita altra considerazione : saporita, piccante, ricca di calcio e sali minerali. Una verdura di tutto rispetto. Ma per assaporarla al meglio richiede attenzione, fantasia e astuzia.

E quindi come procediamo?

0-Rape_crema_sesamo_3_new

Tagliamo a dischetti la rapa e la cuociamo a fuoco basso, il tempo di preparare una cremina di salsa di sesamo (tahin) e un po’ di senape. E infine saltare le foglie verdi (della rapa non si butta via niente!).

Ricetta veloce e dal sapore molto particolare e gustoso!

0-Rape_crema_sesamo_2_new

In fondo trovate la sezione “Altre idee sul Web” con link ad altre ricette.

Continua a leggere

Funghi gratinati con pistacchi

Chi non ha mai mangiato i funghi gratinati?

Sicuramente c’è ancora qualcuno che li deve assaggiare, ma prima o poi tutti finiscono per gustare i funghi gratinati … Un piatto facile, si può preparare in anticipo, è gustoso.

IMG_20160106_131159_new

 

Oggi per gratinare non useremo il pane ma della granella di pistacchio. Sulla base del cappello di champignon metteremo una crema di salsa di sesamo e senape. Componiamo il tutto e inforniamo.

L’attesa è lunga, ci vuole un’oretta, un’oretta e un quarto. Vi consiglio una temperatura bassa, 140-150 gradi non di più. Lasciate che i funghi cuociano lentamente. Saranno più saporiti e gustosi.

Ecco qui un funghetto tagliato a metà …

IMG_20160106_132413_new

 

Per questa ricetta ho preso spunto da un piatto del nostro amico Domenico che lo ha cucinato a temperatura bassissima con pane sbriciolato e tanto prezzemolo!

In fondo trovate la sezione “Altre idee sul Web” con link ad altre ricette.

Continua a leggere

Caponata estiva senza nè olio nè zucchero

Su Internet potete trovare mille versioni della fantastica caponata siciliana. Nessuna variazione esclusa: fritte, al forno, stufate, le melanzane vengono proposte con peperoni, zucchine, patate, con e senza aceto e con e senza zucchero (ma questo è meglio non usarlo mai! :))

Io vi riporto una versione con cottura al forno dei peperoni e delle melanzane, senza nè olio nè zucchero. Risulta un po’ laboriosa e richiede disponibilità di tempo. Sono rimasta in cucina tutta la mattinata, ma vi assicuro che ne è valsa proprio la pena. Meglio prepararla in anticipo e presentarla a temperatura ambiente. Si presta ad antipasti con crostini, a contorni ma anche per condire un buon primo di cereali.

0-Caponata fredda

In fondo trovate la sezione “Altre idee sul Web” con altri link a ricette e argomenti simili.

Continua a leggere

Crocchette di fagioli borlotti, nocciole e curcuma

Questo piatto ha fatto un balzo dalla rivista Cucina Naturale al tavolo della mia cucina.

Sarebbero bastati 10 min di preparazione e 15 min di cottura, se non avessi voluto usare la Sac à Poche, con la quale ho dovuto combattere per mezz’ora o poco più. Sicuramente dal punto di vista estetico le piccole fiammelle sono risultate più gradevoli, ma ho dovuto allungare i tempi di preparazione …

In ogni caso il risultato è stato positivo : accompagnati da una salsina di senape, un goccio di salsa di soia e un po’ di olio, sono stati un piacevole stuzzichino da aperitivo.

 

0-Spumoncini

In fondo al Post trovate la sezione “Altre idee sul Web” in cui riporto il link ad altri Blog con ricette simili.

Continua a leggere

Alghe Nori in pastella per Salutiamoci

Le alghe: le ho conosciute per caso nella classica zuppa di miso, poi ho iniziato ad usarle per cuocere i legumi e ora le uso in insalate, primi e contorni. Quella che vi presento oggi è una ricetta appresa durante il corso di cucina alla Sana Gola di Milano. Si tratta di una semplice alga in pastella che potrete presentare come stuzzichino ad un aperitivo o come antipasto. Non è certo il modo più salutare per mangiare le alghe, ma può essere una strada sfiziosa per avvicinarle se ancora le temete!

Con questa ricetta partecipo alla bella iniziativa di Salutiamoci: mangiare con gusto con tanti ingredienti che fanno bene alla salute. Il blog che raccoglierà tutte le ricette è un Un filo di erba cipollina. E’ nato anche il blog di Salutiamoci: visitatelo, troverete un sacco di belle ricette e potrete conoscere tanti nuovi blog!

alghe-nori-in-pastella_new Continua a leggere

Contorno di fave e mele

Fave e mele? Avete mai pensato di unirli in un unico piatto? Un salato dolce molto piacevole al palato.  E’ facile e veloce da preparare.

3-contorno-di-fave-e-mele2_new

 

Continua a leggere

Insalatini veloci di rapanelli e radicchio

Gli insalatini veloci sono saporiti e fanno molto bene all’intestino perchè sono verdure fermentate. Sono facili da preparare ma devono riposare un paio di ore! Gli insalatini che ho preparato sono a base di rapanelli e radicchio.Insalatini_rapanelli_new

Continua a leggere