Funghi porcini in pastella, impanati e fritti

Rieccoci in cucina con Margherita e con un’altra sfiziosa ricetta a base di funghi porcini.

Dopo averli gustati al forno su una dolce crema di zucca (QUI la ricetta), oggi li renderemo croccanti con una leggera frittura.

Oltre alla ricetta dei porcini impanati e fritti, troverete le indicazioni per la preparazione di 3 salsine: una maionese vegana, un pesto al prezzemolo e una salsa a base di Tahin e Shoyu … una per tutti i gusti!

1-porcini-in-pastella-1-01

Ingredienti (per 2 persone)

  • 2 porcini di media grandezza
  • 1 tazzina di farina integrale (vedi accorgimenti)
  • 1 ½ tazzina di acqua
  • pan grattato qb
  • semi di sesamo
  • sale marino integrale qb
  • olio di arachidi

Utilizzare il più possibile prodotti integrali e biologici, senza conservanti, senza zuccheri aggiunti e senza altre sostanze chimiche.

Preparazione

  1. Pulire i funghi porcini con un panno umido e tagliarli a fette di 1,5 cm di spessore circa, affinché l’impanatura spessa non vada a coprire il sapore delicato del porcino.
  2. Mescolare la farina, un pizzico di sale e l’acqua in una ciotola. Per questa pastella, potete utilizzare la farina che preferite. Se utilizzate la farina di riso, il sapore dell’impanatura risulterà più delicato. Se utilizzate la farina di grano saraceno, il sapore sarà più deciso.
  3. Iniziare a mescolare 1 tazzina di farina con 1 tazzina d’acqua. Il potere di assorbimento della farina varia da tipo a tipo. Quindi aggiungere dell’altra acqua per ottenere una pastella morbida, né troppo liquida, né troppo spessa.
  4. In un piatto piano, mescolare due tazzine di pan grattato con una tazzina di semi di sesamo.
  5. Versare l’olio di arachidi in un pentolino a sponde alte ed aspettare che raggiunga la temperatura di 180° circa.
  6. Quando l’olio è pronto, immergere i funghi nella pastella e passarli nel pan grattato, avendo l’accortezza di premere bene il fungo in entrambi i lati.
  7. Tuffare il fungo nell’olio bollente e toglierlo solo quando l’impanatura sarà dorata.
  8. Servire su caldo su un piatto con le salsine di accompagnamento e … Buon Appetito!

2-porcini-tagliati-2-01

Alternativa :
Con una foglia di lattuga, la salsina e il fungo in pastella, si possono farcire degli hamburger buonissimi da gustare come pranzo al sacco.

Accorgimenti :

  • La pastella può essere realizzata con un solo tipo di farina o combinando diversi tipi di farina, tra la farina di segale, di riso, di mais, di grano saraceno, di miglio, etc. E’ meglio non utilizzare le farine raffinate come la farina 00, farina 0, farina 1.
  • Al posto dell’olio di arachidi, si può utilizzare l’olio extra vergine di oliva. Entrambi gli olii hanno un punto di fumo più alto rispetto all’olio di semi o di mais. Ciò significa che bruciano meno facilmente durante la frittura.
  • Per capire se l’olio è pronto per friggere e non si ha il termometro da cucina, si può immergere nell’olio uno stuzzicadenti. Se si formano delle bollicine tutte intorno, allora l’olio è pronto. Oppure si può far cadere nell’olio mezzo cucchiaino di pastella. Se rimane sul fondo, l’olio non è caldo abbastanza; se sale troppo velocemente e si annerisce, l’olio è bruciato; se sale abbastanza velocemente e mantiene un colore dorato, l’olio è pronto per essere utilizzato.

Salsine di accompagnamento

Maionese vegana

  • 100 ml latte di soia
  • 200 ml olio di semi di girasole
  • pizzico di sale

Preparazione

  1. In un contenitore stretto e a sponde alte versare 100 ml di latte di soia e un pizzico di sale.
  2. Versare a filo circa 200 ml di olio di semi di girasole, mentre con il minipimer si monta il tutto.
  3. Dopo qualche minuto, si può osservare che il composto inizia ad cambiare consistenza, diventando via via più denso. Più olio viene aggiunto, più densa sarà la maionese. Il sapore di questa maionese è leggero e delicato. Per chi ama i sapori più decisi, può aggiungere un cucchiaino di senape, o di aceto di riso/mele, o il succo di mezzo limone.Si deve conservare in frigorifero per non più di una settimana.

Pesto al prezzemolo

  • 40 gr prezzemolo (1 pacchetto di prezzemolo)
  • 20 mandorle tostate
  • ½ tazzina di acqua
  • sale
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 1 cucchiaino di aceto di riso/mele

Preparazione

  1. Frullare il prezzemolo con le mandorle tostate, l’acqua, l’olio e un pizzico di sale. Quando il composto sarà ben amalgamato, aggiungere l’aceto per dare un tocco di acidità al pesto.
  2. La quantità di mandorle può variare in base al tipo di consistenza che si vuole dare al pesto. Si possono utilizzare anche le noci, i pinoli, le nocciole.
    Si deve conservare in frigorifero per non più di una settimana.

Salsa Tahin-Shoyu

  • 2 cucchiaini di tahin
  • 1 cucchiaino di shoyu
  • 1 cucchiaino di acqua

Preparazione

  1. Sciogliere il tahin con un l’acqua.
  2. Quando il composto è cremoso, aggiungere lo shoyu che andrà a salare la salsina. Se si vuole una salsa più consistente, basta aggiungere un po’ di tahin. Questa salsina è ottima anche sulle verdure al vapore.
    Si deve conservare in frigorifero per non più di una settimana.

Grazie per essere passati di qui!

Lydia

Annunci

3 risposte a “Funghi porcini in pastella, impanati e fritti

  1. Un vero spettacolo! Li ho mangiati solo una volta, ma mi sono rimasti nel cuore ❤

    Liked by 1 persona

  2. Pingback: Tagliatelle di castagne ai funghi porcini | Natura e Mente in Cucina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...